Per rapinare un anziano non hanno esitato a farlo cadere a terra, ma dopo la fuga sono stati rintracciati e arrestati dai carabinieri. Si tratta di tre minorenni, tutti di 16 anni, che sono così finiti al Centro di prima accoglienza del carcere minorile Beccaria di Milano.

I tre, secondo quanto riferito, hanno seguito l’uomo, un 82enne residente in zona, che stava pedalando sulla sua bici tra i viali pedonali di Milano 3, a Basiglio (Milano) e a un certo punto l’hanno strattonato e rapinato dello zaino, che conteneva un portafogli con 30 euro. L’anziano è andato a farsi medicare alcune escoriazioni in una vicina farmacia, dove i medici hanno dato l’allarme.

Poco dopo i carabinieri di Rozzano (Milano) li hanno rintracciati in via Visconti, trovando loro addosso anche alcuni oggetti del rapinato: uno di loro aveva la tessera del codice fiscale dell’anziano, di cui ha cercato di disfarsi quando ha visto i militari, mentre poco lontano avevano abbandonato il portafogli e lo zaino rubato, che hanno poi fatto trovare loro stessi, pressati dalle domande degli investigatori.

I ragazzini, due nigeriani e uno di origini marocchine di Assago (comuni limitrofi a quello dove è avvenuto il fatto) sono stati arrestati in flagranza per rapina aggravata dal fatto di essere in gruppo e dall’età avanzata della vittima.