ROMA – “La Lega è una forza politica pienamente legittimata a partecipare al gioco democratico. Quel che più mi ha meravigliato però è il modo in cui Salvini interpreta la sua leadership, che ritengo insidiosa, perchè si ritiene sciolta da vincoli e chiede pieni poteri. In questo modo produce slabbrature istituzionali e veri e propri strappi”. Così il presidente del consiglio Giuseppe Conte alla conferenza stampa di fine anno.

Quello del ruolo della Lega e di Salvini, con cui Conte ha governato fino ad agosto prima della decisione del leader leghista di far cadere il governo gialloverde e la distruzione del rapporto tra i due, è solo uno delle decine di punti affrontate dal premier durante l’incontro con i giornalisti. In un altro punto della conferenza stampa aveva parlato già in precedenza, rivendicando che il suo governo non è solo contro qualcuno: “Il tema non è ‘tutti contro Salvini’. Quando questo governo è nato ho sempre tenuto a recuperare il senso di un progetto politico riformatore da realizzare”.

Conte ha ribadito: “Non sono mai stato favorevole allo schema porto aperto e porto chiuso” e “la politica dell’ immigrazione del ‘Conte uno’ non era quella poi urlata nel dibattito pubblico, per me era una politica di rigore, ma non limitata a dichiarare: porti chiusi”.

Governo, l’appello di Conte ai parlamentari: “No a nuovi gruppi. Restate nelle forze di governo”

E sull’immigrazione: “Avete visto che nel dibattito generale non ci sia più l’immigrazione, è uscita dai radar. Vedete come la propaganda politica spossa agire: stiamo ottenendo risultati senza clamori. Abbiamo migliorato la performance degli sbarchi e dei ricollocati. Questo perché l’accordo di Malta ha raggiunto risultati, per la prima volta abbiamo richiesta congiunta dei ricollocamenti”.

Salvini: “Da Conte solo balle, aumentano sbarchi”

“Conte annuncia modifiche ai Decreti sicurezza, racconta balle vergognose sull’immigrazione e cambia versione sulla Gregoretti. Nel 2019 siamo a 11.439 arrivi, di cui 6.304 da settembre a oggi “grazie” al governo delle poltrone e dei porti aperti. Sulla Gregoretti ammette che Palazzo Chigi aveva avuto un ruolo per ricollocare gli immigrati. Così conferma anche che le trattative con gli altri Paesi c’erano sempre state: altro che novità degli ultimi mesi”. Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini, commentando le parole del premier alla conferenza stampa di fine anno.